Il Dio-Caprone

di Cesare Pavese La campagna è un paese di verdi misteri al ragazzo, che viene d’estate. La capra, che morde certi fiori, le gonfia la pancia e...

Luna d’Agosto

di Cesare Pavese Al di là delle gialle colline c’è il mare, al di là delle nubi. Ma giornate tremende di colline ondeggianti e crepitanti nel cielo si...

«Voglio baciarla. Ho deciso» L’amore impossibile tra Fernanda Pivano e Cesare Pavese

Del legame che unì Cesare Pavese e Fernanda Pivano, il giovane scrittore già animatore dell’appena nata casa editrice Einaudi e la studentessa che chiedeva...

Il desiderio mi brucia

di Cesare Pavese Il desiderio mi brucia il desiderio di cose belle che ho viste e non vissute. Il desiderio mi brucia ed impera ardente e solo nel mio cuore...

Vorrei poter soffocare

di Cesare Pavese Vorrei poter soffocare nella stretta delle tue braccia nell’amore ardente del tuo corpo sul tuo volto, sulle tue membra struggenti nel deliquio dei tuoi occhi profondi perduti...

La bella Estate di Cesare Pavese – il suicidio

di Gian Franco Ferraris - 23 agosto 2018 A quei tempi era sempre festa. Bastava uscire di casa e attraversare la strada, per diventare come...

I mari del Sud

di Cesare Pavese Traversare una strada per scappare di casa lo fa solo un ragazzo, ma quest”uomo che gira tutto il giorno le strade, non è più...

Lavorare stanca

di Cesare Pavese Traversare una strada per scappare di casa lo fa solo un ragazzo, ma quest”uomo che gira tutto il giorno le strade, non è più...

Estate

È riapparsa la donna dagli occhi socchiusie dal corpo raccolto, camminando per strada.Ha guardato diritto tendendo la mano,nell’immobile strada. Ogni cosa è riemersa. Nell’ímmobile luce...

L’amore disperato verso tutte le cose

Ascolteremo nella calma stanca la musica remota della nostra tremenda giovinezza che in un giorno lontano si curvò su se stessa e sorrideva come inebriata dalla troppa dolcezza e dal...

Per tutta l’esistenza…

  Per tutta l'esistenza ti avrò, fragilità, nella stanchezza ardente del mio sangue. Mi sei venuta accanto colla promessa viva di un'aurora, sconvolgendomi il sangue come un grande tesoro che si potrà...

Ci sfuggono quei gesti…

Ci sfugggono quei gesti allucinati che abbiam veduto in febbre nella notte. tutto ciò ch'è più semplice più volgare e meschino nella vita, s'accende ai nostri sguardi e lo...

Ultimi Articoli

Alcune considerazioni sul Ciclo di Inanna

di Antonio Gaeta 12 novembre 2018 Come ho premesso (1), sebbene i canti citati del Ciclo di Inanna, nel loro candore poetico e narrativo, esprimono...

Prima di te…

Prima di te m’avevano baciata solo i venti del cielo e piogge chiare – ora che ci sei tu, potrei quei baci ancor desiderare? Mi volsi al mare,...

Bolognina: il crollo del muro di Berlino si abbatte sul PCI

di Celeste Ingrao - 12 novembre 2018 Me la ricordo benissimo quella domenica. Mi ricordo prima lo sconcerto e poi il senso di irrimediabilità. Il...