Libri

“[…] Ci sono due tipi di libro, quelli da consultare e quelli da leggere. I primi (il prototipo è l’elenco telefonico, ma si arriva sino ai dizionari e alle enciclopedie) occupano molto posto in casa, son difficili da manovrare, e sono costosi. Essi potranno essere sostituiti da dischi multimediali, così si libererà spazio, in casa e nelle biblioteche pubbliche, per i libri da leggere (che vanno dalla Divina Commedia all’ultimo romanzo giallo).
I libri da leggere non potranno essere sostituiti da alcun aggeggio elettronico. Son fatti per essere presi in mano, anche a letto, anche in barca, anche là dove non ci sono spine elettriche, anche dove e quando qualsiasi batteria si è scaricata, possono essere sottolineati, sopportano orecchie e segnalibri, possono essere lasciati cadere per terra o abbandonati aperti sul petto o sulle ginocchia quando ci prende il sonno, stanno in tasca, si sciupano, assumono una fisionomia individuale a seconda dell’intensità e regolarità delle nostre letture, ci ricordano (se ci appaiono troppo freschi e intonsi) che non li abbiamo ancor letti, si leggono tenendo la testa come vogliamo noi, senza imporci la lettura fissa e tesa dello schiermo di un computer, amichevolissimo in tutto salvo che per la cervicale. Provate a leggervi tutta la Divina Commedia, anche solo un’ora al giorno, su un computer, e poi mi fate sapere. […] L’umanità è andata avanti per secoli leggendo e scrivendo prima su pietre, poi su tavolette, poi su rotoli, ma era una fatica improba. Quando ha scoperto che si potevano rilegare tra loro dei fogli, anche se ancora manoscritti, ha dato un sospiro di sollievo. E non potrà mai più rinunciare a questo strumento meraviglioso. La forma-libro è determinata dalla nostra anatomia.” (Umberto Eco)

Neofascismo, neoantifascismo, protofascismo

di Franco Cardini - 4 novembre 2018 FINALMENTE UNO STRUMENTO PER CAPIRE CHE COSA SIA IL FASCISMO E QUANTO CIASCUNO DI NOI RISCHI DI DIVENTARE...

Dal caso “irrisolto” dell’11 settembre 2001 alla sceneggiata delle primavere arabe

di Franco Cardini - 29 ottobre 2018 Uno spettro si aggira per l’Europa. Anzi, per l’Occidente e per il mondo intero. Tutti i buoni cittadini...

Vent’anni di Sessantotto

VENT'ANNI DI SESSANTOTTO - di SERGIO SECONDIANO SACCHI, SERGIO STAINO, STEVEN FORTI - ed. SQUILIBRI Il volume, che inaugura la collana dei Libri del Club...

16 ottobre 1943

di Giacomo De Benedetti “Giungeva invece nell’ex Ghetto di Roma, la sera di quel venerdì 15 ottobre, una donna vestita di nero, scarmigliata, sciatta, fradicia...
video

Sotto l’ombra di un bel fiore

SOTTO L'OMBRA DI UN BEL FIORE - di CECCO BELLOSI - ed. MILIEU Quattro anni da Con i piedi nell’acqua, arriva attesissimo il nuovo lavoro...

Le Parole Rubate. Contro-dizionario per la Sinistra

LE PAROLE RUBATE - di ROBERTO GRAMICCIA e SIMONE OGGIONNI - ed. MIMESIS recensione di Vittorio Bonanni E’ fondamentale saper parlare bene dando ad ogni singola...

L’inganno delle pensioni

L'INGANNO DELLE PENSIONI - di MASSIMO FRANCHI - ed. IMPRIMATUR recensione di Roberto Ciccarelli - 25 settembre 2018 Come ti abolisco la riforma Fornero «Tanto noi la...

Donne nel Sessantotto

DONNE NEL SESSANTOTTO - di AA.VV. - ed. IL MULINO recensione di Francesca Rigotti I colori del Sessantotto Se la foto sulla copertina di questo libro (AA....

Adulti nella stanza

ADULTI NELLA STANZA  - di YANIS  VAROUFAKIS - ed. LA NAVE DI TESEO recensione di Toni Ferigo   Yanis Varoufakis, professore d'economia alla università del Texas, è...

Sessantotto. Due generazioni

SESSANTOTTO. DUE GENERAZIONI - di FRANCESCA SOCRATE - ed. LATERZA Decisamente innovativo, il contributo storiografico di Francesca Socrate in «Sessantotto. Due generazioni» (Laterza) immette nel...

Disoccupate le strade dai sogni

DISOCCUPATE LE STRADE DAI SOGNI - di CLAUDIO LOLLI - ed. GOODFELLAS recensione di Mario Bonanno Non la credevo certo così lunga/ e obbligatoria questa...

Un libro per l’estate

Romanzi, saggi, libri per bambini e giovani adulti, resoconti di viaggi e fumetti. Un po’ di consigli per scegliere il titolo da portarsi in...

Ultimi Articoli

Alcune considerazioni sul Ciclo di Inanna

di Antonio Gaeta 12 novembre 2018 Come ho premesso (1), sebbene i canti citati del Ciclo di Inanna, nel loro candore poetico e narrativo, esprimono...

Prima di te…

Prima di te m’avevano baciata solo i venti del cielo e piogge chiare – ora che ci sei tu, potrei quei baci ancor desiderare? Mi volsi al mare,...

Bolognina: il crollo del muro di Berlino si abbatte sul PCI

di Celeste Ingrao - 12 novembre 2018 Me la ricordo benissimo quella domenica. Mi ricordo prima lo sconcerto e poi il senso di irrimediabilità. Il...