Home Rubriche Una sera, una poesia

Una sera, una poesia

“Però non mi spiego perché in un’epoca in cui tutti vanno veloci e nessuno ha mai tempo, la poesia non trovi lettori; per la sua immediatezza, è la forma della contemporaneità. A leggerne una si impiega un minuto e, se buona, ci si pensa fino a sera. Dovremmo iniziare la giornata con una o due poesie, magari questo cambierebbe il mondo”
Jòn Kalman Stefànsson, poeta e scrittore islandese.

Registrati e invia le tue poesie preferite, in alternativa invia una email al nostro indirizzo poesia@ nuovatlantide.org e saranno pubblicati in questa sezione.

Tramonto

MANUEL MACHADO TRAMONTO Voce del mare: un languido e sonoro sospiro era in quel vespro… Non volendo morire il giorno, con artigli d’oro, alle scogliere s’afferrava, ardendo. Ma il mare...

Assenza

  Verso le quattro, quando c’era la mia compagna                      dormiva tra le mie braccia. (Distico popolare) Non c’è nessuno che baci le tue labbra scarlatte, Né chi stringa...

Tu…

Tu, mia cara, sei il vento che non mi aspettavo,il vento che ha soffiato più forte di quanto potessi immaginare.Tu sei il mio destino. Le...

Dal cuore del miracolo

  Parlo di me, dal cuore del miracolo: la mia colpa sociale è di non ridere, di non commuovermi al momento giusto. E intanto muoio, per aspettare a...

Ai Murazzi del Po

(a Stefano Leo*) ‘Troppo felice’ per te, che disperazione finisce, nel mucchio hai scelto: me - Ai Murazzi del Po l’acqua taglia in gola, di lama l’ultimo sorriso Milano, 6-9 aprile 2019 (Tiziana Altea) *Sgozzato in riva...

Ti direi…

Ti direi di quelle nuvole smaltate di rosso come unghia finte tolte al tramonto. Ti direi di quella coperta blu che è mare arricciato nei miei pensieri. Ti direi di quella...

Siamo unici…

Siamo unici, fragili ed imperfetti, non siamo fatti per piacere a molti. Cercare di piacere a tutti significa annullarsi, rinunciare a essere se stessi, ridursi a diventare proiezione dei desideri...

Se questo è un uomo

Voi che vivete sicuri nelle vostre tiepide case, voi che trovate tornando a sera il cibo caldo e visi amici: Considerate se questo è un uomo che lavora nel...

Filastrocca di primavera

Filastrocca di primavera più lungo è il giorno, più dolce la sera. Domani forse tra l'erbetta spunterà qualche violetta. Oh prima viola fresca e nuova beato il primo che ti...

Dell’amato, le notti

DELL’AMATO LE NOTTI Dell’amato le notti ad accendere voglio dolcemente accecare occhi donando Dell’amato il respiro a carezzare muta il sangue mio in mille rose Dell’amato l’amore a trattenere in...

Riflessi

Riflessi Parole – vetri che infedelmente rispecchiate il mio cielo – di voi pensai dopo il tramonto in una oscura strada quando sui ciotoli una vetrata cadde ed i frantumi a lungo sparsero...

Il giorno diventò piccolo…

  Il Giorno diventò piccolo, circondato tutto Dalla precoce, incombente Notte - Il Pomeriggio in Sera profonda La sua Gialla brevità distillò - I Venti smorzarono i loro passi...

Ultimi Articoli

“I delusi del M5S votino La Sinistra”: l’appello di De Masi, Marescotti e Giannuli

Tre delusi del Movimento 5 Stelle, in vista delle europee, invitano a votare La Sinistra. Aldo Giuannuli, politologo e storico, Domenico De Masi, sociologo...

I santi di Salvini non sono simbolo di cristianità

di Vecchia Talpa 24 maggio 2019 Al comizio di Salvini questi ha invocato tutte i santi e le madonne, baciato il rosario, in nome della...

L’elemosiniere del Papa e sua eminenza Lucifero

di Franco Cardini  24 maggio 2019 SUA EMINENZA LUCIFERO Tutte le Chiese, le Chiesette, le Chiesine e le Chiesuole “cristianiste” d’Italia hanno oggi avuto una gran...