Home Rubriche Una sera, una poesia

Una sera, una poesia

“Però non mi spiego perché in un’epoca in cui tutti vanno veloci e nessuno ha mai tempo, la poesia non trovi lettori; per la sua immediatezza, è la forma della contemporaneità. A leggerne una si impiega un minuto e, se buona, ci si pensa fino a sera. Dovremmo iniziare la giornata con una o due poesie, magari questo cambierebbe il mondo”
Jòn Kalman Stefànsson, poeta e scrittore islandese.

Registrati e invia le tue poesie preferite, in alternativa invia una email al nostro indirizzo poesia@ nuovatlantide.org e saranno pubblicati in questa sezione.

Quel che mi duole…

Quel che mi duole non è quello che c’è nel cuore. Ma quelle cose belle che mai esisteranno. Sono le forme senza forma che passano senza che il dolore le...

Sono contento…

Sono contento d'essere venuto al mondo, d'essere nato sul nostro pianeta. Amo la terra. È vero, accanto al sole è un balocco questo nostro mondo, ma è grande sterminato. Voglio andarmene...

Forse ti voglio bene…

Forse ti voglio bene. Forse ti voglio molto bene. Ma proprio per questo sarà forse meglio che rimaniamo così come siamo. Forse un uomo e una donna sono più vicino...

Mattino d’autunno

Che dolcezza infantile nella mattinata tranquilla! C’è il sole tra le foglie gialle e i ragni tendono fra i rami le loro strade di seta.   Federico Garcia Lorca

Solo gli inquieti…

Solo gli inquieti sanno com’è difficile sopravvivere alla tempesta e non poter vivere senza. Emily Brontë

Il campo di ulivi…

  Il campo di ulivi s'apre e si chiude come un ventaglio. Sull'oliveto c'è un cielo sommerso e una pioggia scura di freddi astri. Tremano giunco e penombra sulla riva del fiume. S'increspa il vento...

Se non dovessi

Se non dovessi tornare, sappiate che non sono mai partito. Il mio viaggiare è stato tutto un restare qua, dove non fui mai. Giorgio Caproni, "Biglietto lasciato prima di non...

Silenzio in liguria

Silenzio in Liguria Scade flessuosa la pianura d ' acqua Nelle sue urne il sole Ancora segreto si bagna. Una carnagione lieve trascorre. Ed ella improvvisa ai seni...

La vita io l’ho castigata vivendola…

La vita io l’ho castigata vivendola. Fin dove il cuore mi resse arditamente mi spinsi. Ora la mia giornata non è più che uno sterile avvicendarsi di rovinose abitudini e...

La sera

La sera equivocando si vestì di freddo. Dietro i vetri appannati tutti i bambini vedono tramutarsi in uccelli un albero giallo. La sera è distesa lungo il fiume. Un rossore di mela trema...

Un’altra notte

In quest'oscuro colle mani gelate distinguo il mio viso Mi vedo abbandonato nell'infinito. Giuseppe Ungaretti - "Un'altra notte" Poesia rubata dal diario di Cinzia Zini

Così, più non andremo…

Così, più non andremo In giro senza meta, Nella notte fonda Anche se il cuore vuole ancora amore E la luna risplende luminosa. Perché, come la spada logora il...

Ultimi Articoli

Mazzucato: ‘Se non cambiamo il capitalismo ci sarà l’avanzata di un nuovo fascismo cavalcato...

Spendere, ma per fare il bene pubblico. Creando valore, e non sottraendolo alla collettività. Guardando al lungo periodo, e non all’immediato: perché gli strumenti...

Arrotolo merda e mi chiamano premier

I fedayn grillini stanno facendo di tutto per affermare la continuità del governo con i loro capi, magari con PD. Si rimangiano persino le...

La democrazia delle aspettative fasulle

Si ascoltano giornalisti, politici, opinionisti ecc. ed è inevitabile constatare il dilagante analfabetismo costituzionale. Si fa derivare la legittimità di un parlamento da elezioni...