Home Rubriche Una sera, una poesia

Una sera, una poesia

“Però non mi spiego perché in un’epoca in cui tutti vanno veloci e nessuno ha mai tempo, la poesia non trovi lettori; per la sua immediatezza, è la forma della contemporaneità. A leggerne una si impiega un minuto e, se buona, ci si pensa fino a sera. Dovremmo iniziare la giornata con una o due poesie, magari questo cambierebbe il mondo”
Jòn Kalman Stefànsson, poeta e scrittore islandese.

Registrati e invia le tue poesie preferite, in alternativa invia una email al nostro indirizzo poesia@ nuovatlantide.org e saranno pubblicati in questa sezione.

Nessun Articolo da visualizzare

Ultimi Articoli

Brexit: una trappola per Corbyn

di Luca Billi, 17 gennaio 2019 Non credo che fosse l'obiettivo iniziale con cui tutto questo è cominciato, ma certamente in queste ultime settimane immagino...

Le élite, il popolo e gli ultimi

di Alfredo Morganti - 17 gennaio 2019 Le élite, il popolo e gli ultimi A che servono le emozioni in politica? A molto. Servono ad appassionare,...

Essere umani, essere Battisti

di Adriano Sofri 15 Gennaio 2019   Le vittime e il marcire. La galera ti insegna che anche un Battisti colpevole di quei delitti di quarant’anni...