Home Rubriche Una sera, una poesia

Una sera, una poesia

“Però non mi spiego perché in un’epoca in cui tutti vanno veloci e nessuno ha mai tempo, la poesia non trovi lettori; per la sua immediatezza, è la forma della contemporaneità. A leggerne una si impiega un minuto e, se buona, ci si pensa fino a sera. Dovremmo iniziare la giornata con una o due poesie, magari questo cambierebbe il mondo”
Jòn Kalman Stefànsson, poeta e scrittore islandese.

Registrati e invia le tue poesie preferite, in alternativa invia una email al nostro indirizzo poesia@ nuovatlantide.org e saranno pubblicati in questa sezione.

Nessun Articolo da visualizzare

Ultimi Articoli

Mazzucato: ‘Se non cambiamo il capitalismo ci sarà l’avanzata di un nuovo fascismo cavalcato...

Spendere, ma per fare il bene pubblico. Creando valore, e non sottraendolo alla collettività. Guardando al lungo periodo, e non all’immediato: perché gli strumenti...

Arrotolo merda e mi chiamano premier

I fedayn grillini stanno facendo di tutto per affermare la continuità del governo con i loro capi, magari con PD. Si rimangiano persino le...

La democrazia delle aspettative fasulle

Si ascoltano giornalisti, politici, opinionisti ecc. ed è inevitabile constatare il dilagante analfabetismo costituzionale. Si fa derivare la legittimità di un parlamento da elezioni...