Una sera, una poesia

“Però non mi spiego perché in un’epoca in cui tutti vanno veloci e nessuno ha mai tempo, la poesia non trovi lettori; per la sua immediatezza, è la forma della contemporaneità. A leggerne una si impiega un minuto e, se buona, ci si pensa fino a sera. Dovremmo iniziare la giornata con una o due poesie, magari questo cambierebbe il mondo”
Jòn Kalman Stefànsson, poeta e scrittore islandese.

Registrati e invia le tue poesie preferite, in alternativa invia una email al nostro indirizzo poesia@ nuovatlantide.org e saranno pubblicati in questa sezione.

La sera

La sera equivocando si vestì di freddo. Dietro i vetri appannati tutti i bambini vedono tramutarsi in uccelli un albero giallo. La sera è distesa lungo il fiume. Un rossore di mela trema...

Un’altra notte

In quest'oscuro colle mani gelate distinguo il mio viso Mi vedo abbandonato nell'infinito. Giuseppe Ungaretti - "Un'altra notte" Poesia rubata dal diario di Cinzia Zini

Voglio un amore doloroso

    Voglio un amore doloroso, lento, che lento sia come una lenta morte, e senza fine (voglio che più forte sia della morte) e senza mutamento.   Voglio che senza...

Così, più non andremo…

Così, più non andremo In giro senza meta, Nella notte fonda Anche se il cuore vuole ancora amore E la luna risplende luminosa. Perché, come la spada logora il...

Adesso che il tempo sembra tutto mio…

Adesso che il tempo sembra tutto mio e nessuno mi chiama per il pranzo e per la cena, adesso che posso rimanere a guardare come si scioglie...

Forse mi dimenticherai…

Forse mi dimenticherai. Lo scorrere del tempo ti aiuterà: altri sguardi, altri sorrisi desteranno un sussulto nel tuo cuore. Un altro sole ti scalderà. Altre piogge, altre lacrime bagneranno...

Tu non sei i tuoi anni…

Tu non sei i tuoi anni, nè la taglia che indossi, non sei il tuo peso o il colore dei tuoi capelli. Non sei il tuo nome, o le...

E quando ti diranno…

E quando ti diranno “tu sei pazzo!” rispondi: “sì!” E ricorda: non sarai mai troppo folle. Folle è smettere di osare. Folle è smettere di credere. Folle è smettere...

Tienimi per mano al tramonto

Tienimi per mano al tramonto, quando la luce del giorno si spegne e l'oscurità fa scivolare il suo drappo di stelle... Tienila stretta quando non riesco...

S’io fossi…

S'io fossi piccolo come il grande oceano, mi leverei sulla punta dei piedi delle onde con l'alta marea, accarezzando la luna. O s'io fossi silenzioso, umil tuono......

Idilli domestici

I Questo è il dolce inverno di qui che porta fumo tra le gaggìe, vecchi vagabondi giù dall’Appennino per la strada che va in città, un così allegro...

Le chiamano “carnali”…

“Le chiamano “carnali”… Quelle persone, che emotivamente ti danno tutto: Anima, cuore, cervello. Quelle che una volta entrate nella nostra vita, ci sconvolgono il...

Ultimi Articoli

Elezioni Emilia: Centro (Bonaccini) contro periferie (Borgonzoni)?

 Claudio Bozza per il “Corriere della sera” BONACCINI Piazza Maggiore a Bologna riempita a sorpresa da 15 mila «sardine» è lo specchio fedele dell' orientamento politico di...

I mercanti di Venezia

Il mercante di Venezia è una storia in cui non c'è un "cattivo": è una cosa piuttosto rara perché questi personaggi sono molto utili per...

Gli effetti benefici dell’olio di sardina

di Lanfranco Turci Le sardine di Piazza Maggiore, che nessuno si aspettava, possono segnare la svolta decisiva della campagna elettorale regionale, proprio per la carica spontanea...