Una sera, una poesia

“Però non mi spiego perché in un’epoca in cui tutti vanno veloci e nessuno ha mai tempo, la poesia non trovi lettori; per la sua immediatezza, è la forma della contemporaneità. A leggerne una si impiega un minuto e, se buona, ci si pensa fino a sera. Dovremmo iniziare la giornata con una o due poesie, magari questo cambierebbe il mondo”
Jòn Kalman Stefànsson, poeta e scrittore islandese.

Registrati e invia le tue poesie preferite, in alternativa invia una email al nostro indirizzo poesia@ nuovatlantide.org e saranno pubblicati in questa sezione.

E quando tutti se ne andavano…

«E quando tutti se ne andavano e restavamo in due tra bicchieri vuoti e portacenere sporchi, com’era bello sapere che eri lì come una corrente che ristagna, sola con...

Quando l’amore ti chiama, seguilo

Quando l’amore ti chiama, seguilo anche attraverso le sue tante vie faticose e ripide. E quando le sue ali ti avvolgono, abbandonati: non importa se la spada...

Il cielo in me…

Il cielo in me Io non devo scordare che il cielo fu in me. Tu eri il cielo in me, che non parlavi mai del mio volto, ma solo quand’io parlavo di...

Pensa…

"Pensa quel tanto che serve,non un attimo in più,perché dietro quell’attimosta in agguato il dubbio."Wisława Szymborska

Amore e morte

di Carlo Michelstaedter   Onda per onda batte sullo scoglio - passan le vele bianche all'orizzonte; monta rimonta, or dolce or tempestosa l'agitata marea senza riposo. Ma onda e sole...

Inciampare

(per il 27 gennaio, giornata della memoria) In memoria di un numero tatuato per essere ridotto a fumo di quel numero - innumerevole - Tenere accesa quella memoria in questo nostro presente che inciampa: Come...

S’io fossi…

S'io fossi piccolo come il grande oceano, mi leverei sulla punta dei piedi delle onde con l'alta marea, accarezzando la luna. O s'io fossi silenzioso, umil tuono......

Speranza

Magari un domani un filo di cotone lunare cucirà pagelle vive su cui veleggiare Al momento, il gelo notturno ha sepolto il primo fiore di cotone, su una luna che d’olio culla le onde e...

Apri il libro…

Apri il libro della sera alla pagina in cui la luna, la luna sempre, appare tra due nuvole, spostandosi così piano che parrà siano trascorse ore prima...

Meravigliosa canarina azzurra

Meravigliosa canarina azzurra ti sceglievo a compagna. La più bella, la più cara al mercato. Una gran dama. Eros ha le sue leggi; è un dio difficile non...

La casa dei doganieri

Tu non ricordi la casa dei doganieri sul rialzo a strapiombo sulla scogliera: desolata t'attende dalla sera in cui v'entrò lo sciame dei tuoi pensieri e vi sostò...

Questo odore marino

Questo odore marino che mi rammenta tanto i tuoi capelli, al primo chiareggiato mattino. Negli occhi ho il sole fresco del primo mattino. Il sale del mare… Insieme, come fumo d’un vino, ci...

Ultimi Articoli

“Io vi odio a voi romani”

di Alfredo Morganti - 25 giugno 2019 Qualcuno mi dica se questo modo di fare sia, alla lunga, davvero lungimirante. Assegnano a Milano (e a...

Nostra madre Medea

di Luca Billi 25 giugno 2019 Noi "moderni" rimaniamo sgomenti di fronte alla storia di una madre che uccide il proprio figlio: è un delitto...

Differenza fra Bund e Btp

di Vecchia Talpa  25 giugno 2019 Mentre il rendimento decennale dei titoli italiani è a 2,46% quello tedesco è a meno 0,33%. Significa che l'investitore...