Una sera, una poesia

“Però non mi spiego perché in un’epoca in cui tutti vanno veloci e nessuno ha mai tempo, la poesia non trovi lettori; per la sua immediatezza, è la forma della contemporaneità. A leggerne una si impiega un minuto e, se buona, ci si pensa fino a sera. Dovremmo iniziare la giornata con una o due poesie, magari questo cambierebbe il mondo”
Jòn Kalman Stefànsson, poeta e scrittore islandese.

Registrati e invia le tue poesie preferite, in alternativa invia una email al nostro indirizzo poesia@ nuovatlantide.org e saranno pubblicati in questa sezione.

Pelle azzurra

di ALFONSO GATTO Chi stringe i venti, e annebbia le specchiere oltre i mari d'autunno, nell'alone delle polveri cieche? Tutta la notte nella pioggia ho visto sparire la città,...

Viva Riace

Un paese in una noce - Riace - così intera per alcuni da volerla schiacciare... Guastare il nuovo seme, recita il motto, non certo gustarne! Ma arriverà, frutto di noce - ancora...

Basta un campo di colza

Basta un campo di colza in questa pianura che nessuno ama per scrostare la malinconia. Giallo come un pomeriggio grasso, rovesciato da un calice colmo di follia e dimenticanza, su...

Immerso nel procedere dell’autunno

Immerso nel procedere dell'autunno annuso la nuova nebbia prima che tutto sia buio fra questo e il prossimo addio. Anelo a un buio sognante. Cosa si può chiedere di...

Scaglie di lucido acciaio il tuo orizzonte (mare)

Scaglie di lucido acciaio il tuo orizzonte (mare) Come scudi levati al sole Per proteggere il tuo abisso infinito E la vertigine del cielo e dei nostri...

Odi di Lodi?

Ho crepe sui muri tante quanti i bimbi che tra le mie pareti hanno mangiato Ma le pignatte ritmo più non fanno di forchette e cucchiaini, di manine e...

Tramonto autunnale

Incedo lentamente sul sentiero del bosco cosparso di foglie gialle e rosse, I miei piedi le frantumano, Il loro suono interrompe il silenzio. Pensieri...

Le domande della notte

Cominciano ad accendersile domande della notte.Ve ne sono di distanti, quiete,immense, come astri:chiedono da lassùsemprela stessa cosa: come sei. Altre, fugaci e minute,vorrebbero sapere coselievi...

I giorni e le notti

I giorni e le nottisuonanoin questi miei nervi d’arpa vivo di questa gioia malata di universo e soffro di non saperla accendere nelle mie parole. Giuseppe Ungaretti

Non so cosa sia l’amore

Non so cosa sia l’amore, ma forse è qualcosa come se lei ritorna a casa da un paese straniero e mi dice con orgoglio: “Ho visto un topo d’acqua” e...

L’umanità che vola

(a Nadia Murad*) Isis. E la fine. Il mio mondo, la vita mia stravolti. Uccisi sei fratelli, sangue mio, con tutti gli altri presi nel villaggio - Io, da soldati violentata - yazida,...

Le parole

Le parole non hanno occhi né gambe, non hanno bocca né braccia, non hanno visceri e spesso nemmeno cuore, o ne hanno assai poco. Non puoi chiedere alle parole di...

Ultimi Articoli

Brexit: una trappola per Corbyn

di Luca Billi, 17 gennaio 2019 Non credo che fosse l'obiettivo iniziale con cui tutto questo è cominciato, ma certamente in queste ultime settimane immagino...

Le élite, il popolo e gli ultimi

di Alfredo Morganti - 17 gennaio 2019 Le élite, il popolo e gli ultimi A che servono le emozioni in politica? A molto. Servono ad appassionare,...

Essere umani, essere Battisti

di Adriano Sofri 15 Gennaio 2019   Le vittime e il marcire. La galera ti insegna che anche un Battisti colpevole di quei delitti di quarant’anni...