Una sera, una poesia

“Però non mi spiego perché in un’epoca in cui tutti vanno veloci e nessuno ha mai tempo, la poesia non trovi lettori; per la sua immediatezza, è la forma della contemporaneità. A leggerne una si impiega un minuto e, se buona, ci si pensa fino a sera. Dovremmo iniziare la giornata con una o due poesie, magari questo cambierebbe il mondo”
Jòn Kalman Stefànsson, poeta e scrittore islandese.

Registrati e invia le tue poesie preferite, in alternativa invia una email al nostro indirizzo poesia@ nuovatlantide.org e saranno pubblicati in questa sezione.

Passano gli anni..

Passano gli anni, e anche se la vita mi accusa d’immobilità, anch’io ho viaggiato. Come una particella di polvere ho svolazzato per la casa e ai libri mi...

Giorno d’autunno

Chi non ha casa adesso, non l’avrà. Chi è solo a lungo solo dovrà stare, leggere nelle veglie, e lunghi fogli scrivere, e incerto sulle vie tornare dove...

Io sto in fondo al mare…

Io resto quaggiù/ nel fondo di una casa per noi tutti/ senza ragioni e ipocrisie/ una terra senza prigioni e un sogno sarà il...

Ciò che disse il tordo (sonetto XLII)

Tu il cui volto patì vento d'inverno e vider gli occhi nuvole di neve nella nebbia sospese e neri gli olmi fra le gelide stelle irti svettare, primavera...

Giorno d’autunno

Chi non ha casa adesso, non l’avrà.Chi è solo a lungo solo dovrà stare,leggere nelle veglie, e lunghi fogli scrivere, e incerto sulle vie tornare dove...

La città

La città Hai detto: "Per altre terre andrò, per altro mare. Altra città, più amabile di questa, dove ogni mio sforzo è votato al fallimento, dove il mio...

Le poesie….

Le poesie che non ho mai scritto sono diventate fumo affermativo e in volute che non scompaiono, si dissolvono. Bianco fumo dei camini che contiene poesie di tutti i...

Tendono…

Tendono alla chiarità le cose oscure, si esauriscono i corpi in un fluire di tinte: queste in musiche. Svanire è dunque la ventura delle venture. ( E. Montale...

Cogli questo piccolo fiore

Cogli questo piccolo fiore e prendilo. Non indugiare! Temo che esso appassisca e cada nella polvere. Non so se potrà trovare posto nella tua ghirlanda, ma onoralo con la carezza...

All’inizio…

All’inizio, scrivevo silenzi, annotavo l’inesprimibile, fissavo vertigini. Mi vantavo di possedere tutti i paesaggi possibili. Inventai il colore delle vocali. Regolai la forma e il movimento di ogni consonante e, con ritmi...

Il dolore …

Il dolore è un postino grigio, silenzioso, col viso asciutto, gli occhi d'un azzurro chiaro, dalle sue spalle fragili pende la borsa, il vestito è scuro e...

La chitarra

Incomincia il pianto della chitarra. Si rompono le coppe dell'alba. Incomincia il pianto della chitarra. È inutile farla tacere. È impossibile farla tacere. Piange monotona come piange l'acqua, come piange il vento sulla neve. È impossibile farla tacere. Piange per...

Ultimi Articoli

Turci: “l’aggressione da sinistra alle Sardine ha il sapore dello sconfittismo elevato a culto”

Lanfranco Turci LO SCONFITTISMO COME CULTO? Non so se essere più orgoglioso per essere accusato alla mia rispettabile età di essere un ingenuo movimentista o essere...

I Beccafichi

Anna Lombroso per il Simplicissimus Il saòr è un tipo di marinatura da sempre usata a Venezia, che somiglia al condimento delle sarde a beccafico, con lo...

Il vittimismo lagnoso dei politici del nostro tempo – Flavia Perina: “Prenderemo con le...

Flavia Perina - martedì 19 novembre Il vittimismo lagnoso prima cifra politica dei tempi nostri, che sono tutti vittime, l'ex-ministro vittima di un cartello delle...