Una sera, una poesia

“Però non mi spiego perché in un’epoca in cui tutti vanno veloci e nessuno ha mai tempo, la poesia non trovi lettori; per la sua immediatezza, è la forma della contemporaneità. A leggerne una si impiega un minuto e, se buona, ci si pensa fino a sera. Dovremmo iniziare la giornata con una o due poesie, magari questo cambierebbe il mondo”
Jòn Kalman Stefànsson, poeta e scrittore islandese.

Registrati e invia le tue poesie preferite, in alternativa invia una email al nostro indirizzo poesia@ nuovatlantide.org e saranno pubblicati in questa sezione.

Giorno e notte

I giorni e le notti suonano in questi miei nervi d'arpa vivo di questa gioia malata di universo e soffro di non saperla accendere nelle mie parole.            Giuseppe Ungaretti

Veglia

VEGLIA Cima Quattro il 23 dicembre 1915 Un'intera nottata buttato vicino a un compagno massacrato con la sua bocca digrignata volta al plenilunio con la...

Stasera

Balaustrata di brezzaper appoggiare staserala mia malinconia.Giuseppe Ungaretti

Pronunzio il tuo nome

Pronunzio il tuo nomenelle notti scure,quando sorgono gli astriper bere dalla lunae dormono le fraschedelle macchie occulte.E mi sento vuotodi musica e passione.Orologio pazzo...

Gabbiani

  Gabbiani Non so dove i gabbiani abbiano il nido, ove trovino pace. Io son come loro, in perpetuo volo. La vita la sfioro com’essi l’acqua ad acciuffare il cibo. E come...

Tre fiammiferi accesi

Tre fiammiferi accesi Tre fiammiferi accesi uno per uno nella notte Il primo per vederti tutto il viso Il secondo per vederti gli occhi L'ultimo per vedere la...

Portami un girasole

Portami un girasole "Portami tu la pianta che conducedove sorgono bionde trasparenzee vapora la vita quale essenza;portami il girasole impazzito di luce"   Eugenio Montale,  Ossi di...

No: non dire……

No: non dire nulla. Supporre ciò che diràla tua bocca silenziosaè come udirlo già.Udirlo è megliodi come lo diresti. Ciò che è non affiora dalle frasi e...

All’amica

All' amica  di Lina Lombardo Ho toccato con mani tremanti la tua tristezza muta era spessa nera senza fondo asciutta irrigidita come il tuo corpo dentro quel vestito azzurro pallido ormai troppo...

Indifferenza

Indifferenza   E' sbocciato quest'odio come un vivido amore dolorando, e contempla se stesso anelante. Chiede un volto e una carne, come fosse un amore. Sono morte la...

A Rosa

Dovrei cantarti o modelle bizzarra, all'improvviso, col suon di ghitarra; ma tu sei lesta ragazza, a baciare, ed io son lento, assai lento, a rimare.   So come pensi...

Le strade sono aperte

Le strade sono aperte Che questo non sia più dinnanzi a me da cui distante oso volgere il viso: strade aperte, cielo, terre - e il sorriso di...

Ultimi Articoli

Allegri ragazzi pensionati!

di Vecchia Talpa 23 marzo 2019 Dal 1° Aprile (e non sarà pesce d'Aprile) partiranno le decurtazione delle pensioni, ( con gli arretrati di tre...

Dalle e dall’ si piega anche u’ metall’

di Vecchia Talpa 23 marzo 2019 Recita un vecchio proverbio napoletano. Spiegare come mai il governo del "Prima gli italiani" abbiano aperto ad accordi commerciali con...

Fenomenologia di Topolino

di Luca Billi 23 marzo 2019 Lo so, non è la prima volta che scrivo contro Cacciari. A mia discolpa, posso solo dire che ha...