Una sera, una poesia

“Però non mi spiego perché in un’epoca in cui tutti vanno veloci e nessuno ha mai tempo, la poesia non trovi lettori; per la sua immediatezza, è la forma della contemporaneità. A leggerne una si impiega un minuto e, se buona, ci si pensa fino a sera. Dovremmo iniziare la giornata con una o due poesie, magari questo cambierebbe il mondo”
Jòn Kalman Stefànsson, poeta e scrittore islandese.

Registrati e invia le tue poesie preferite, in alternativa invia una email al nostro indirizzo poesia@ nuovatlantide.org e saranno pubblicati in questa sezione.

se accendono le stelle….

Ascoltate! Se accendono le stelle, vuol dire che qualcuno ne ha bisogno? Vuol dire che qualcuno vuole che esse siano? Vuol dire che qualcuno chiama perle questi piccoli...

Lettere a Mary Haskell

Lettere a Mary Haskell  Mi sento come un campo seminato nel cuore dell'inverno, e so che primavera sta arrivando. I miei ruscelli prenderanno a scorrere e la piccola...

Alto eucalipto…

Alto eucalipto e ampia luna.Una stella trasale nell’acqua.Cielo bianco, argentato.Pietre, pietre scorticate fino in cima.Accanto, nel basso fondale, s’udíil secondo, il terzo salto d’un...

Fratelli

FRATELLI Mariano il 15 luglio 1916 Di che reggimento siete fratelli? Parola tremante nella notte Foglia appena nata Nell'aria spasimante involontaria rivolta dell'uomo presente alla sua fragilità G.UNGARETTI

Guarda i tuoi pensieri

Guarda i tuoi pensieri, diventano parole. Guarda le tue parole, diventano azioni. Guarda le tue azioni, diventano abitudini. Guarda le tue abitudini, diventano carattere. Guarda il tuo carattere, diventa il tuo destino". Lao...

Colore di pioggia e di ferro…

COLORE DI PIOGGIA E DI FERRO Dicevi:morte, silenzio, solitudine; come amore, vita. Parole delle nostre provvisorie immagini. E il vento s'è levato leggero ogni mattina e il tempo colore...

Ombrose dimore…

  Quante ombrose dimore hai già sfiorato, anima mia, senza trovare asilo : dal sogno rifluivi alla memoria, da memoria tornavi a essere un sogno, per via ti sorprendeva...

Ed ecco sul tronco…

 Ed ecco sul tronco si rompono gemme: un verde più nuovo dell’erba che il cuore riposa: il tronco pareva già morto, piegato sul botro. E tutto mi sa di miracolo; e...

Lampione

Confuso lampione, campana malata, lucciola del sereno fischio del treno. Stella. Notte antica d'amore !              Federico Garcia Lorca

Indizzi

Come spostando pietre  geme ogni giuntura! Riconosco l'amore dal dolore lungo tutto il corpo. Come un immenso campo aperto alle bufere. Riconosco l'amore dal lontano di chi mi è accanto. Come se...

L’abito della remota primavera

Indosso per te l'abito della remota primavera sfrontato per il tempo presente foriero di promesse per il tempo che verrà forse... Lina Lombardo 1998

GAZA: la nostra cattiva coscienza

Si staglia una sagoma d’angelo, di dio si son perse le tracce celate da un muro e dai corpi dei morti e da un velo d’ipocrita fede e...

Ultimi Articoli

I mercanti di Venezia

Il mercante di Venezia è una storia in cui non c'è un "cattivo": è una cosa piuttosto rara perché questi personaggi sono molto utili per...

Gli effetti benefici dell’olio di sardina

di Lanfranco Turci Le sardine di Piazza Maggiore, che nessuno si aspettava, possono segnare la svolta decisiva della campagna elettorale regionale, proprio per la carica spontanea...

Lamberto Dini: “Non ho nulla in comune con l’avvocato del popolo e non mi...

Da “Un giorno da Pecora - Radio1” LAMBERTO DINI “Se mi piace questo governo? “No. Come quello che lo ha preceduto è formato da una componente che...