Due mondi separati e inconciliabili

0
203

A Roma durante il periodo autunnale è solito vedere due o tre migranti che puliscono i marciapiedi e le strade dalle foglie. Spesso sono i commercianti che danno loro qualcosa, spesso i passanti che vedono di buon occhio che qualcuno sopperisca a un servizio che il Comune non fa. Tenere pulite le strade. Perché è anche una questione di pericolo di cadute. Foglie secche e un po di pioggia e la scivolata è dietro l’angolo. scivola. Ci rubano i mestiere, dicono i sovranisti e razzisti. O non è meglio dire fanno i lavori e i servizi che gli italiani e le amministrazioni non fanno?
A Mestre i vigili hanno multato un giovane “sorpreso palesemente a ripulire la zona senza alcuna autorizzazione dell’amministrazione comunale”.
Già, pulire la zona è prettamente compito dell’amministrazione e se non lo fa nessuno lo può fare. Le strade devono rimanere sporche!
Questo fa il paio con quell’altro caso di un cittadino che aveva tentato in tutti i modi di allertare l’amministrazione del marciapiede rotto e che rappresentava un pericolo. Alla fine ha preso l’iniziativa, lo ha riparato lui, sorpreso, è stato multato.
E che dire di quella mamma che ha visto morire sua figlia sullo scooter per colpa di una buca. Ha pensato bene, visto che l’amministrazione non riparava la buca, di evidenziare con la vernice il pericolo. Sorpresa è stata multata perché imbrattava il manto stradale (che non c’era) .

Questo è il rapporto fra amministrazione pubblica e bene dei cittadini, fra bene comune e amministrazione. Due mondi separati e inconciliabili