“eh ma D’Alema e Bersani…”

0
274
Autore originale del testo: Rosa Fioravante

di Rosa Fioravante – 30 dicembre 2017

Pensierino della sera. Visto che al voto mancano ancora pochi giorni ma comunque molto lunghi lo dico ora come inciso per provare poi a non ripeterlo più. Senza intento polemico, diciamo come riflessione per i posteri.

Le campagne elettorali a me piacciono tanto. Danno vita a momenti di incontro, di scontro, di convivialità, di ritrovo, di formazione dei soggetti politici. Quello che mi deprime sono cose tipo il fatto che questa di campagna elettorale è appena iniziata e già abbiamo la preview. Sotto ogni post che parla di scuola, sanità, lavoro, reddito, diseguaglianze ecc. due tipi di reazioni ostili:
– gente di potere al popolo che sostiene un programma in molti punti simile al nostro che dice “eh ma d’alema e bersani”
– gente del pd che ha sostenuto governi che hanno fatto politiche opposte al nostro programma e che persevera in tali intenti che dice “eh ma d’alema e bersani”

Voti spostati: zero.
Avanzamenti positivi nella discussione su scuola, sanità, lavoro, reddito, diseguaglianze ecc.: zero.

Per noi romantici che crediamo che la politica democratica sia (anche) ancora rappresentanza di interessi da mediare al giorno dopo le elezioni in Parlamento, sono tempi bui. Perché, che vi piacciano o no, D’Alema e Bersani stanno benissimo, ma non mi sembra si possa dire altrettanto della qualità del dibattito pubblico italiano. Quella dipende da loro o da qualunque singola personalità nota molto meno di quanto non faccia da ciascuno di noi. Il dibattito sui giudizi storici è davvero molto appassionate, ma si potessero spendere due parole anche su cosa si propone per il futuro, magari queste elezioni interesserebbero anche a quella enorme parte di italiani e italiane che a votare non hanno proprio intenzione di andarci.