Henry Kissinger: “Alla fine bisognerà trovare un posto per l’Ucraina e un posto per la Russia, se non vogliamo che la Russia diventi un avamposto della Cina in Europa”. Una guerra tra Washington e Pechino “potrebbe rovesciare la civiltà, se non addirittura distruggerla”

per Gian Franco Ferraris
Autore originale del testo: Niall Ferguson
Fonte: Agenzia Nova

Estratto da www.agenzianova.com

henry kissingerHENRY KISSINGER

Una “seconda Guerra fredda”, combattuta tra Stati Uniti e Cina, potrebbe essere più pericolosa della prima, che ha visto contrapposte Washington e Mosca. Lo ha detto l’ex consigliere presidenziale per la Sicurezza e segretario di Stato Usa Henry Kissinger, in un’intervista con lo storico britannico Niall Ferguson, pubblicata dal quotidiano spagnolo “El Mundo”.

“Due Paesi in grado di dominare il mondo – Stati Uniti e Cina – si affrontano come ultimi contendenti. Sono governati da sistemi interni incompatibili”, ha detto Kissinger, secondo cui una guerra tra Washington e Pechino “potrebbe rovesciare la civiltà, se non addirittura distruggerla”.

KISSINGER MAOKISSINGER MAO

Come osservato dall’ex funzionario Usa, entrambe le superpotenze ora hanno risorse finanziarie comparabili, cosa mai accaduta durante la prima Guerra fredda, e le tecnologie di distruzione sono ancora più terrificanti, soprattutto con l’avvento dell’intelligenza artificiale. Kissinger ritiene che “aspettare che la Cina si occidentalizzi” non sia più una strategia plausibile. “Non credo che il dominio del mondo sia un concetto cinese”, ha osservato, ma le due superpotenze “hanno un minimo obbligo comune di impedire che si verifichi una collisione catastrofica”.

Il presidente russo Vladimir Putin “è a capo di un Paese in declino” e “ha perso il senso delle proporzioni” con la guerra in Ucraina. Non c’è “nessuna scusa” per quello che ha fatto Putin, ha detto Kissinger. Il presidente russo ha “una visione della Russia come una sorta di entità mistica che è stata tenuta insieme attraverso 11 fusi orari da una sorta di sforzo spirituale. E in questa visione l’Ucraina ha svolto un ruolo speciale. […]

KISSINGER MAO 1KISSINGER MAO 1

In merito al presidente ucraino Volodymyr Zelensky, Kissinger ha evidenziato come questi abbia “svolto una missione storica”. “Proviene da un background che non è mai emerso nella leadership ucraina in nessun periodo della storia” – in riferimento al fatto che Zelensky è, come Kissinger, ebreo. “È stato un presidente accidentale a causa della sua frustrazione per la politica del Paese. E poi si è trovato di fronte al tentativo della Russia di riportare l’Ucraina in una posizione di totale dipendenza e sottomissione. E ha radunato il suo Paese e l’opinione mondiale dietro di sé in modo storico. Questa è la sua grande conquista”, ha osservato l’ex funzionario Usa.

La Nato deve porsi la domanda di come mettere fine alla guerra in Ucraina, ha detto ancora. “Alla fine bisognerà trovare un posto per l’Ucraina e un posto per la Russia, se non vogliamo che la Russia diventi un avamposto della Cina in Europa”, ha spiegato Kissinger.

henry kissinger 2HENRY KISSINGER 2

La Nato è stata “l’alleanza giusta per trattare con una Russia aggressiva quando questa ha costituito la principale minaccia alla pace mondiale”, ha rilevato l’ex funzionario Usa. L’Alleanza atlantica è diventata “un’istituzione che riflette la collaborazione tra Europa e Stati Uniti in un modo quasi unico. Per questo è importante conservarla” […]

Henry Kissinger e Vladimir PutinHENRY KISSINGER E VLADIMIR PUTIN

L’unione mostrata sull’Ucraina “ha ricordato loro le vecchie minacce e hanno fatto molto bene. Sostengo quello che hanno fatto. La domanda ora sarà come porre fine alla guerra”, ha aggiunto.

Babelezon bookstore leggi che ti passa

Articoli correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.