Renzi al Meeting CL – Love and peace

per Gian Franco Ferraris
Autore originale del testo: Alfredo Morganti

di Alfredo Morganti – 25 agosto 2015

E l’omo campa

“Per 20 anni ci siamo impantanati nel dibattito tra pro e contro Berlusconi” ha detto il premier al Meeting di Rimini. Come dire: noi invece abbiamo tagliato il nodo gordiano e con l’ex Cavaliere ci abbiamo persino fatto un patto segreto, assurgendolo a padre della Costituzione. Cosa volete ancora? Non siamo più pro o contro, perché non c’è più nulla che ci differenzi, nulla che tiri una linea o marchi confini tra destra e sinistra. Abbiamo mischiato tutto, abbiamo fatto un casino, una macedonia, un miscuglio, un’accozzaglia o almeno ci stiamo provando con impegno, avrebbe potuto aggiungere Renzi, nel prevedibile giubilo generale dei ciellini. Né pro, né contro, né destra, né sinistra. Solo un grande consorzio di interessi piccoli o grandi. Interessi allo stato puro.Tutti assieme appassionatamente per fare il bene dell’Italia, questo il messaggio lanciato in vista delle elezioni milanesi. ‘Bene’ che si ridurrebbe poi a quel micragnoso 0,2% in più di PIL che, in rapporto alla fanfara che lo ha proceduto, sembra un pedicello pronto a scoppiare. Perché, se la differenza, la distinzione, essere pro o contro è il male che avrebbe ucciso questo Paese, il bene sarebbe invece l’unione, l’abbraccio, la corrispondenza di amorosi sensi, l’amore insomma. Love and peace. Ed è già stato detto che l’amore vince sull’odio, e quindi il patto sul conflitto, l’accordo sul disaccordo, il pastrocchio sulla distinzione? Sì, è stato detto, come no. Da Berlusconi in persona. E Renzi ne ha tratto un’ispirazione profonda. Sull’Unità.tv gramsciana, l’insuperabile Scintilla potrebbe comporre uno dei suoi fulminei bric-à-brac : “Odio i differenti”. E l’omo campa.

Babelezon bookstore leggi che ti passa

Articoli correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.