Aderire al corteo antifascista a sanatoria. Quasi un condono

0
8

di Alfredo Morganti – 12 febbraio 2018

Adesso sono tutti antifascisti militanti. Anche quelli che no, a Macerata no, perché rischiamo di creare un clima di insicurezza. Anche quelli che l’antifascismo è troppo di sinistra, perdiamo voti moderati. Anche quelli che aiutiamoli a casa loro. Anche quelli che prima vediamo come va a finire, poi nel caso si aderisce al corteo a sanatoria. Hanno rincorso e rinfocolato il clima di paura, il dagli all’immigrato, allo straniero, al nero e poi, quando hanno visto che l’antifascismo, il rifiuto della violenza razzista, sono ancora sentimenti forti e diffusi, hanno subito svoltato, con esasperante cinismo, indotti da mere esigenze di marketing politico. Da qualche ora non si parla più di neri violenti che vogliono bruciare le nostre chiese e le nostre case, ma sono tutti a rincorrere i valori antifascisti, affannosamente, umoristicamente, quasi da neofiti.

E c’è la Bonino che dice si doveva andare a Macerata, e c’è Renzi che iscrive il PD all’anagrafe antifascista e decide di recarsi in processione nei luoghi della memoria, magari col capo cosparso di cenere e telecamere al seguito, esibendo, chissà, anche il fazzoletto delle Brigate Garibaldi al collo. Pensano che l’antifascismo, le libertà politiche, le istituzioni repubblicane, la pace, il rifiuto della violenza siano un optional, o dei fronzoli senza valore. Per questo rincorrono i temi dell’agenda politica senza nemmeno chiedersi se siano confacenti ai valori e ai principi della sinistra. Per questo ne fanno soltanto tema di marketing. Ma stavolta sono stati spiazzati tutti, anche la destra, Renzi e Bonino per primi. Stavolta abbiamo mostrato in bella evidenza il bisogno palmare di speranza e di futuro che c’è tra donne e uomini, giovani e anziani. Per chi pensava di rottamare la memoria, la storia, la tradizione, e non solo i dirigenti storici della sinistra, per farne falò elettorale, è stato davvero un bel colpo. Sembrano pugili suonati. Se sussurrate loro a un orecchio: “20%” sbiancano. Avanti così.