Società

Pubblicato il 11 settembre 2017 | di Luigi Altea

0

Banditi e Carabinieri

di Luigi Altea – 10 settembre 2017

Di noi sardi un tempo si diceva “o banditi o carabinieri”.

Quasi un destino.

In ogni caso non una vocazione, ma una scelta obbligata.

Il sottosviluppo dell’isola non offriva altre possibilità “professionali” alla povera gente.

O di qua o di là.

Tertium non datur. Salvo prendere il piroscafo verso terre lontane.

Avveniva così che nei paesi si era costretti a parlare bene di tutti, e soprattutto a non parlare mai male di nessuno.

Tutti, infatti, avevano o avevano avuto in famiglia, un bandito o un carabiniere…

Sono tantissimi i carabinieri sardi che continuano a distinguersi per probità e per coraggio.

I banditi sardi, invece, sono in via di estinzione.

Sono stati quasi tutti sgominati, a causa anche di una loro caratteristica: il rispetto che portavano alle donne, e che queste puntualmente confermavano.

Tenute in ostaggio anche per moltissimi mesi, appena liberate dichiaravano: non abbiamo subito violenze.

Allora sono stati i banditi sardi, ne deducevano all’unanimità, il maresciallo, il brigadiere e l’appuntato, senza neppure aspettare le  documentate conclusioni del magistrato.

Ed infatti era sempre cosi…

La sofisticata ministra Pinotti era ancora di là da venire, e un po’ si avvertiva la mancanza delle sue argute riflessioni.

In ogni caso si aveva una certezza: i banditi erano il problema, i carabinieri erano la soluzione

La mia è, con tutta evidenza, una grossolana generalizzazione.

I ricordi sono lontani e approssimativi.

E forse sto inutilmente attingendo dal pozzo della nostalgia.

Perché, in fondo…nulla è cambiato. Tutto è come prima.

Infatti, oggi come allora, mai e poi mai i carabinieri sequestrerebbero una persona.

E mai e poi mai i banditi stuprerebbero una donna.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Autore Originale del Testo: Luigi Altea

Tag:



Postato su NuovAtlantide per:


Torna Su ↑
  • Accedi

    Close
    *
    *
  • nuovAtlantide.org

    La community online per condividere la tua opinione.

    Il significato che vuole avere nuovAtlantide è di essere utile a chi vuole confrontarsi sui temi e problemi più vari, di promuovere il dibattito e conservare i contributi in un archivio accessibile a tutti, allo scopo di approfondire le questioni. Esprimeremo le nostre opinioni in modo chiaro, ma pensiamo che il dibattito deve essere libero, senza filo spinato e mine antiuomo.

    questo è il nostro motto:
    Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo (Voltaire)

    Come iniziare:
    - Crea un account su nuovAtlantide.org
    - Inizia a postare articoli
    - Commenta gli articoli degli altri utenti

    Se gli articoli sono presi da altri siti web, ricordati sempre di scrivere autore e fonte.


  • Ecco le nostre Rubriche, clicca sul nome per accedere...
  • Alimentazione

  • Libri

  • Una Sera, una Poesia

  • Cesare Pavese

  • Riforme Costituzionali

  • Cambiare si può

  • Cose dall’Altro Mondo

  • Gli impubblicabili

  • TAV Terzo Valico

  • Racconti per l’Estate