«Bullismo etico»: le sardine sono snob (?), lo sostiene Ricolfi – l’antipatia fatta persona

0
2210
Autore originale del testo: Fausto Anderlini

di Fausto Anderlini

Anomalie

La solita solfa… che le sardine sono una espressione di snobismo totalmente avulsa dai veri bisogni popolari….’bullismo etico’ come si esprime il Ricolfi. La cui indisponente inclinazione a demistificare la sinistra fornendo alla destra maliziosi argomenti ‘da sinistra’ è nota sin dai tempi in cui si si sforzava di dimostrare le buone perfomances del governo Berlusconi. Questo Ricolfi è l’antipatia fatta persona. Un individuo talmente colmo di supponenza (e saccenza) etica autentica da vedere in ogni altra pretesa morale null’altro che una pelosa ipocrisia. Un topos del pensiero della destra per un Vilfredo Pareto de noantri… Quel che stupisce è come possa una persona con ben diverso pedigree come Gianpasquale Santomassimo convenire con questa merda.

Ricolfi e Santomassimo fanno proprio l’assunto sin da subito sollevato dai corifei delle testate destrorse: non si sarebbe mai visto un movimento dal basso attaccare sulle piazze non il governo ma l’opposizione. Sicchè saremmo in una situazione nella quale un governo in carica, sebbene per via indiretta, farebbe ricorso all’uso della piazza. Per tacitare e intimorire l’opposizione. Non solo bullismo ma ‘squadrismo’. Ancorchè cantino bella ciao sarebbero le sardine i veri fascisti in circolazione. Ora che la destra faccia ricorso a una propaganda siffatta non desta stupore ma che ci caschi gente che si proclama di sinistra è letteralmente aberrante. Il clima culturale che abbiano vissuto dopo il 2018 sarebbe dunque un delirio. A memoria non si ricorda ? Basta pensare a questo ultimo anno. Un individuo che usa il ministero dell’interno (quanto di più istituzionale ci sia nel governo) come piattaforma di propaganda personale e di partito occupando militarmente piazze e media e usando i social con assidue minacce e intemerate demagogiche, sarebbe stata non una anomalia reale ma un sogno di mezza estate dei soliti snob….Certo Salvini è stato molto al di sotto di quanto comminato da Scelba alle piazze ‘autentiche’ dell’epoca, ma ha fatto intendere qualcosa di ben più grave dal punto di vista psicologico (oltre che formale): che coi ‘pieni poteri’ sarebbe potuto andare ben oltre. Innocue pagliacciate per Ricolfi (che non risulta aver detto nulla in proposito) fuocherelli di paglia per Santomassimo, evidentemente. Le sardine invece l’hanno preso sul serio. A forza di èpater le èlites urbane queste si sono incazzate e tramutate in sardine.
Mentre una sinistra ‘autenticamente’ popolare che vive nei bassifondi e nelle periferie del disagio sociale preferisce fare da pesce pilota per Salvini. Tutto qui. Basta sapere che pesci pigliare.