Circolo virtuoso

0
316

di Vecchia talpa 8 maggio 2019

Nel 2019 l’Italia si conferma fanalino di coda con il suo Pil a 0,1%, seguita dalla Germania (0,5%). E’ anche l’unico Paese Ue dove gli investimenti sono negativi: -0,3% sull’anno precedente.
I due dati quelli dell’Italia e quelli della Germania sono conseguenziali. In quanto anche con questo governo la politica economica è tutta basata sull’export e la nostra industria manifatturiera è fortemente dipendente verso la Germania. Questo significa che se la Germania cresce molto, noi cresciamo un poco, se la Germania decresce poco, noi decresciamo molto!!!!
Dunque se la politica del governo non cambia, gli alti e i bassi non centrano nulla con il governo. A meno del dato negativo degli investimenti.

Se è comprensibile che i privati non investano e si accontentano di prendere le varie elemosine a pioggia che il governo effettua, ma che non sposta di una virgola ne la politica occupazionale (se non fino a che durano gli incentivi), nè tanto meno gli investimenti che sono legati alle aspettative di crescita del mercato in generale.
Invece non è comprensibile che gli investimenti pubblici siano negativi. E si sa che in economia se non si investe e in investimenti produttivi, non ci si può aspettare che questa per miracolo possa crescere.
Se per esempio, invece di spargere elemosine (RdC o Quota 100) quei soldi fossero stati destinati a investimenti, non solo sarebbe stato un aiuto concreto ai disoccupati, ai bisognosi, ma si sarebbe innescato un meccanismo virtuoso. Gli investimenti avrebbero generato salari, profitti, nuove entrate fiscali. Profitti e nuove entrate fiscali sarebbero stati reinvestiti e re-innescare il processo ri-produttivo.

E allora, visto la prospettiva cosi palesemente ovvia perché non la si è messa in pratica?
Ma un tipo di questa politica per avere dei ritorni benefici occorrono tempi lunghi in termini elettorali, più di una legislatura. E se invece il must per i politici è la prossima tornata elettorale e non invece un futuro di sviluppo e una visione a lungo termine, la cosa non è proficua. Fare invece carità di Stato ha un impatto molto più immediato !!! L’economia va male? E chi se ne frega, sarà problema di chi seguirà!!!!

Da questo punto di vista, questo governo è solo la riproduzione di quelli precedenti!