E ora governo dell’inciucio

0
70
Autore originale del testo: Vecchia Talpa
Url fonte: https://vecchia-talpa.blogspot.com/2019/08/e-ora-governo-dellinciucio.html

Tutti a disegnare strategia per un governo (l’aggettivo trovatelo voi tanto è lo stesso) che veda le forze “responsabili” per salvare il sistema e le istituzioni. E in questo schieramento vengono compresi anche quelle forze che non solo hanno generato e creato questa sfasciume, ma che da sempre definitesi antisistema e contro il sistema dei partiti (figuriamoci il PD) ora cambiano vestito per “responsabilità e correttezza”. E sono quelli dei comizi del VAFFA.
Ma al di la delle contraddizioni, che per il M5S è pane quotidiano, veniamo alla sostanza.
Al voto come si vede tutti lo gridano, ma nessuno lo vuole. Prima fra tutti i Parlamentari di tutti gli schieramenti in primis quelli del M5S.
Se si andasse al voto, quanto prima, difficilmente sarebbero rieletti, perdendo cosi il 15mila euro al mese la pensione, e i privilegi di cui godono. E fra loro pochissimi hanno un lavoro o una professione con cui campare.
Ma come quelli del M5S sono un pò tutti nelle stesse condizioni.
Fare invece un governo “dell’inciucio” (parolaccia per quelli del M5S, che adesso invece lo chiamano “istituzionale” o “di scopo”) sembra un toccasana sopratutto per evitare una crisi con quelli della UE, per fermare il pericolo Salvini (dal M5S stesso creato, e fatto crescere).
Ma Salvini è già adesso un “pericolo” con il suo 38% di consensi nella società. E che pericolo può rappresentare se tutti i suoi più reazionari provvedimenti sono stati tutti passati con il voto convinto di Conte e Di Maio. E che sarebbero di nuovo in questo fantomatico governo!

Se proprio lo si deve fare questo governo che lo si faccia, ma con l’appoggio esterno del M5S e dentro nessun suo esponente, nè come ministro nè come sottosegretario!!!! E che tutte le nomine fatte da questo governo dalla Rai AgCom, Privacy, Sace, in Sogin e cosi via, siano sospese e annullate.

Dov’è sarebbe dunque questo pericolo?
Catania lo ha dimostrato!
Salvini non è un pericolo se è la piazza che lo ferma e solo la piazza può fermarlo e non certo un governicchio raffazzonato, posticcio, fatto più per salvare le poltrone che per la “tenuta democratica”.
Se tutti i cittadini facessero come ha fatto Catania, quel pericolo ridiscenderebbe nelle fogne da dove il M5S lo ha pescato!!!!