Fassina: perchè i giovani votano contro le “riforme” di Renzi

0
151
Autore originale del testo: Stefano Fassina

di Stefano Fassina – 2 marzo 2017

Caro Renzi, leggi bene i dati Istat sul lavoro. L’aumento di 711000 unità, da febbraio 2014 a gennaio 2017, è di occupati e non di “posti di lavoro” come indichi. È occupato, secondo la definizione Eurostat, chi “nella settimana della rilevazione ha svolto almeno un’ora di lavoro retribuito”. Centinaia di migliaia di ragazzi e ragazze e oramai anche di padri e madri di famiglia che lavorano poche ore a settimana con i tuoi vouchers sono occupati, ma non hanno un posto di lavoro.

È vero, aumentano di 509.000 unità gli occupati dipendenti permanenti. Ma il tuo Jobs Act non centra nulla. Sono tutti ultracinquantenni bloccati al lavoro dalla Legge Fornero. Nella fascia di età sotto i 34 anni i numeri rimangono fermi all’epoca pre-Renzi, e aumenta la precarietà. Da 35 a 49 anni invece c’è un’emorragia di occupati e posti di lavoro a causa anche della cancellazione dell’art 18. Caro Renzi, i giovani e meno giovani ti votano contro non perché sono ingrati ma perché le tue “riforme” hanno aggravato la loro condizione. E vanno cancellate. A cominciare dai vouchers con il previsto referendum.