Giura sul Vangelo secondo Matteo (Salvini)

0
58

di Giulio Cavalli, 25 febbraio 2018

Salvini giura sul Vangelo. Sul Vangelo che racconta di migrazioni, guerre, povertà e gente rifiutata.
“…Perché ebbi fame e non mi deste da mangiare, ebbi sete e non mi deste da bere. Fui forestiero e non m’accoglieste…” si legge nel Vangelo secondo Matteo.
E lui giura.

-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.

di Domenico Raimondi – 25 febbraio 2018

L’uso improprio dei simboli religiosi e la volgare strumentalizzazione della fede ha raggiunto un livello inaccettabile. L’arcivescovo di Milano non si è fatto attendere e in modo pacato ma deciso ha stigmatizzato la sceneggiata di Piazza Duomo. Non attendiamo. Sta a noi cattolici impegnati e appassionati, seppur nella differenza, difendere la #laicità. Con coraggio, fermezza e passione si trovi il modo di esprimere, senza attendere altro, la nostra contrarietà. Non si faccia l’errore di sminuire e ridurre a carnevalata ciò che è successo ieri a #Milano. Usciamo allo scoperto in modo pubblico, senza l’errore di attendere che lo faccia la gerarchia, per difendere con chiarezza ciò che numerosi testimoni della fede e dell’impegno civile hanno saputo dimostrarci negli anni: il grande valore della laicità.