Gli irrilevanti e le coalizioni

per Gian Franco Ferraris
Autore originale del testo: Alfredo Morganti

di Alfredo Morganti – 15 novembre 2017

Hanno paura di Grasso, hanno paura della Boldrini, hanno paura persino degli “irrilevanti”, dei “gufi” e dei “rancorosi”, dei “bolliti”, degli “asfaltati”. È finita almeno all’apparenza la boria, è dileguata la protervia. Ora sembrano timidi agnellini, oggi vogliono apparire come generosi ‘unificatori’ della sinistra dinanzi agli scissionisti riluttanti alla unificazione. Appare dimenticato il disprezzo contenuto nel #ciaone, nel “ce ne faremo una ragione” dinanzi alla scissione, nei pupazzi dalemiani asfaltati dal camper. Siamo dinanzi alle ‘aperture’, alla mano tesa, a Fassino che avanza a braccia aperte: scurdámmoce ‘o ppassato, simmo ‘e Napule paisá!

Ma a voi, tutto ciò, non appare ipocrita, falso, strumentale? A me sì. Se fossero sinceri si presenterebbero dicendo: “sono quattro anni che facciamo cazzate dipingendole come genialate. Per favore: ricominciamo! (cit. Adriano Pappalardo). Ma non sono sinceri. MDP-SI-Possibile probabilmente andranno a vedere le carte scadute e sbiadite di Piero Fassino, e assisteranno all’ennesimo bluff. A un vago appello all’unità senza contropartite vere sui contenuti. Hanno fatto bene a dire che le priorità sono altre, che c’è prima il processo unitario a sinistra, e solo dopo si porrà attenzione all’intento vero di Renzi, disturbare questo processo, aprire conflitti interni, farci litigare. Insomma, #concomodo

Intanto ‘Repubblica’ sta già additando gli scissionisti come i responsabili della disunità. Detto dinanzi al Renzi strutturalmente ‘divisivo’ di questi anni, a cui ora servono anche i voti degli ‘irrilevanti’ per sperare alcunché, fa ridere. Così come viene da ridere dinanzi all’accusa rivolta a Grasso di essere di parte. Fino a ieri lo hanno pregato di candidarsi in Sicilia, e oggi sarebbe di parte? Stavolta, credo, che a Renzi & compagnia cantante andrà male davvero, e dovranno contentarsi al più di Alfano, Verdini, Bonino, Calenda e Pisapia (se ci starà), riservando loro una buona quota di eletti sicuri e una eccellente visibilità in lista. Questo succede a fare gli spacconi. Tu chiamale, se vuoi, coalizioni.

Babelezon bookstore leggi che ti passa

Articoli correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.