Il soragazzismo

0
25

di Alfredo Morganti – 9 agosto 2018

I razzisti in Italia non esistono. I neri che vengono aggrediti o sparati, lo sono per mera casualità. Di solito sono colpiti per pura goliardia da cazzotti dati alla cieca o da proiettili vaganti sparati da giovani esuberanti. Ma si sa, “so ragazzi”: i giovani si devono divertire.

Certo, può succedere che si colpiscano quelli di colore che circolano nei paraggi. Ma è sfiga appunto. Come rimediare? Facile. Si può prevedere che tutti i neri vengano rimandati a casa o rigettati in mare, sostituiti da italiani pronti a fare quei lavori a quelle paghe infami. Così si ridurrebbe a zero il numero di quelli colpiti dal cazzotto all’insaputa dei pugilatori. L’uovo di Colombo, anzi di Salvini. In ogni caso, basta con questa storia del razzismo. Al più si potrebbe parlare di “soragazzismo”. I comunisti la smettano di dividere e pensino al bene supremo della nazione, che tutto si risolve.