Landini prospetta un referendum abrogativo sul Jobs Act

per Gian Franco Ferraris
Autore originale del testo: askanews
Fonte: askanews
Url fonte: http://www.askanews.it/top-10/landini-prospetta-un-referendum-abrogativo-sul-jobs-act_711237086.htm

da askanews 17 febbraio 2015

L’ipotesi di un referendum abrogativo sul Jobs act “è una delle possibilità che sono in campo, decideremo nelle prossime settimane anche in rapporto alla discussione con la Cgil”. È quanto dichiarato dal segretario generale della Fiom, Maurizio Landini, a margine di un incontro a Milano sul Jobs act. Landini ha poi aggiunto che quella del referendum “è una discussione che vogliamo fare. Stiamo facendo gli attivi regionali in preparazione dell’assemblea nazionale. Abbiamo deciso di fare una discussione a trecentosessanta gradi per decidere insieme quali sono le strade più efficaci per cancellare norme che non condividiamo e per estendere davvero i diritti a tutti i lavoratori”. Il leader della Fiom ha poi aggiunto che i provvedimenti contenuti nel Jobs act “sono frutto della lettera della Bce. Il 5 agosto 2011 arrivò al governo una lettera che portò al cambio dell’esecutivo. E di fatto i governi successivi (Monti, Letta e Renzi) stanno applicando i contenuti di quella lettera in cui si chiedeva esplicitamente la modifica dell’articolo 18 e la possibilità di licenziare”. Secondo Landini non solo in Italia ma in tutta Europa “siamo di fronte ad un attacco ai diritti del lavoro senza precedenti. Mi pare che quella sia una strada sbagliata e non accettabile perché porta semplicemente a una totale mercificazione del lavoro”. Quindi, “tutto il sindacato europeo deve battersi per cambiare questa politica di austerità che sta creando un grande problema con il risultato che in Europa abbiamo 25 milioni di disoccupati, un livello senza precedenti”. E secondo Landini “dove la precarietà è più alta, come in Italia, la produttività è più bassa: non è questa la strada per creare posti di lavoro”.

Babelezon bookstore leggi che ti passa

Articoli correlati

1 commento

vincenzo 21 Febbraio 2015 - 1:39

Referendum: l’unica strada per sconfiggere gli zombie della Camera, prigionieri dei ricatti di Renzi. I provvedimenti di oggi sul job act approvati da 280 zombie, meno della metà dei deputati (315), meno del numero complessivo dei deputati pd. Una minoranza di nominati fuorilegge stanno decidendo il destino di milioni di persone. Dimissioni e tutti a casa.

Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.