Ma quale “uomo forte”, Salvini è un “guappo di cartone”

0
888
Autore originale del testo: Giovanni La Torre
Fonte: i gessetti di Sylos

di Giovanni La Torre

La premiata friggitoria d’aria Censis, ha servito la sua frittura mista 2019. Di essa la cosa che i media hanno messo più in evidenza è il risultato di un sondaggio secondo il quale quasi la metà degli italiani vorrebbe l’ “uomo forte” al governo. Naturalmente il pensiero è subito andato a Salvini, il quale qualche mese fa ha chiesto per sé i “pieni poteri”, e recenti responsi elettorali e i sondaggi stanno gratificando di consensi notevoli. Però se noi facciamo bene mente locale ci rendiamo conto che il soggetto è il classico tipo “forte con i deboli e debole con i forti”, e questo è dimostrabile con riferimento proprio al suo piatto forte: la lotta all’immigrazione.
Quando è stato al governo, e grazie ai suoi uomini messi nella tv di stato, ha fatto continuamente vedere barconi di neri che, secondo lui, “invadevano” il nostro paese. Ora, è noto che quei poveracci che giungono con i barconi sulle coste meridionali italiane rappresentano la parte minoritaria dei flussi migratori, la cui maggior parte giunge per altre vie. Diamo qualche cifra.
In Italia si stima che vi siano circa 5,5 milioni di stranieri “regolari” e circa 500 mila “irregolari”. La ripartizione per zone di provenienza, e ipotizzando che gli irregolari abbiano la stessa distribuzione dei regolari, è all’incirca la seguente (mie elaborazioni su dati del ministero dell’interno): Europa 50,5%,Asia 20,0%, Paesi Arabi 13,0%, Africa Sub Sahariana 8,5%, Americhe 7,5%. Come si può notare l’Africa da cui provengono quei poveracci che Salvini faceva vedere in televisione, quella sub sahariana, e che mostrava segregati e respinti per il godimento di quei nostri concittadini che la pensano come lui, rappresentano una quota minoritaria. Evidentemente Salvini giocava e speculava solo sul fatto che fossero “neri” e che quindi potessero generare certe reazioni in una parte dell’elettorato.
Io però mi chiedo: perché non ha mai fatto vedere per esempio gli asiatici, che sono i più numerosi dopo gli europei? E la risposta che mi do è che i paesi asiatici da cui provengono gli immigrati, a livello internazionale contano molto di più dell’Italia (per esempio Cina, India, Pakistan, ecc.) e quindi i loro governanti avrebbero fatto vedere i “sorci verdi” a Salvini se avesse additato i loro cittadini al disprezzo pubblico, e allora il Nostro non li ha mai fatti vedere. Quindi Salvini è quello che a Napoli chiamano un “guappo di cartone”, e che fa il gradasso solo con la povera gente che proviene da paesi che contano poco nei consessi internazionali, e se la fa addosso di fronte ai potenti.