Renzi e l’Italia in stallo? Colpa di Grillo, anzi Grullo!

per Gian Franco Ferraris
Autore originale del testo: Giuseppe Vullo
Fonte: PoliticaPrima.it
Url fonte: http://www.politicaprima.com/2014/11/regionali-2014-ha-vinto-solo.html

di Giuseppe Vullo -25 novembre 2014

Chiarisco subito… nella politica ci sono tanti grulli. Ma il grullo più di tutti è sicuramente Grillo!

Quando il comico genovese iniziò a Bologna con il suo vaffaday e poi venne in Sicilia, attraversando a nuoto lo stretto di Messina, lo accolsi come tanti, con simpatia ed entusiasmo. Sono andato a sentire i suoi comizi nella mia città, una volta anche con il direttore Gattuso.

Grillo a PalermoLa gente era entusiasta. Finalmente un comico che parlava di politica in modo effervescente, ma molto seriamente. La cosa che mi colpi più di tutti fu il progetto per il reddito di cittadinanza. Infatti l’Italia i Europa, assieme alla Grecia era ed è l’unica nazione a non averlo. Pensai finalmente è arrivato uno che sbloccherà questo sistema tutto sdraiato sul pregiudicato Berlusconi, e sul grigio Bersani.

Bersani RenziBindi-e-DAlema

A quel tempo Renzi era stato truffato alle primarie, dal PD di D’Alema, Bersani, Bindi. Pertanto, io, infervorato dall’apparire da queste 5 stelle luminose, nel firmamento politico italiano, andai a votare con convinzione alle comunali, regionali e nazionali, dove divisi il voto tra Grillo e Bersani.

Alle elezioni nazionali Grillo fu il primo partito con il 25% e 160 parlamentari, che ancora potrebbero condizionare le scelte politiche e l’elezione del Presidente della Repubblica. Ebbene dopo circa 2 anni da quel boom inaspettato del Movimento 5 Stelle, Grillo ne ha combinate di cotte e di crude. Ha umiliato Bersani, nessun dialogo con Letta, e fin qui niente da dire. Ma poi ha fatto lo smargiasso con Renzi in diretta televisiva, non lo ha fatto neanche parlare e qui ha sbagliato di grosso, perché il fiorentino non si è fatto impressionare e lo ha sputtanato davanti agli Italiani, nella sua pochezza progettuale e programmatica.

Cetto La QualunqueDa allora i parlamentari ‘grillini’ sono rimasti congelati sulle poltrone di camera e senato, con sterili proteste e teatrini senza sostanza. Se voi chiedereste ad un cittadino cosa vi ha dato Renzi, questi risponderebbe sicuramente 80 euro! Ma se chiedete cosa vi dato Grillo cosa rispondereste…? Una “beneamata minchia” (direbbe Cetto La Qualunque)! Renzi è vero ha promesso mari e monti… forse è stato troppo ottimista e fiducioso nel pensare di poter rimuovere la melma della palude politica.

Alessandro Di Battista e Luigi Di MaioMa nonostante i suoi peccati di gioventù, ancora ispira fiducia e speranza in oltre il 50% degli Italiani. Ma ha bisogno di fare le riforme economiche, fiscali, della burocrazia, di mettere in moto la fiducia e la crescita, di tagliare spesa pubblica parassitaria, tagliare privilegi… perciò ha bisogno di eleggere una nuova classe politica, con la riforma elettorale indispensabile, ed infine un nuovo Presidente della Repubblica.

Ma non ci sono i numeri per poter imporre le sue idee innovative, ed i nemici del cambiamento sono ormai agguerriti e numerosi. Infatti ci eravamo illusi che Grillo ed i ragazzi 5 Stelle avrebbero portato questo cambiamento con una alleanza temporanea con il giovane Renzi fautore della rottamazione e del cambiamento politico Italiano.

Beppe GrilloInvece il grullo Grillo ha combinato un disastro, il Movimento si sta squagliando come neve al sole, ha spinto il premier, obtorto collo, nelle braccia di Alfano e di Berlusconi, ed infine il capolavoro di far rinascere la lega, Salvini e la sua destra lepenista e razzista, sull’onda della delusione e della crisi atroce! Quindi se il paese è in stallo, per me è colpa di Grillo!

Pino Vullo foto da FacebookGiuseppe Vullo

Babelezon bookstore leggi che ti passa

Articoli correlati

1 commento

domenico argondizzo 26 Novembre 2014 - 18:56

Renzie non è la conseguenza del mancato accordo Movimento-bersani, Renzie è il sotto-prodotto culturale di veltroni d’alema bersani fassino burlando…, più le tv commerciali. I Cinque Stelle non dovevano fare affari con bersani. Si sarebbe arrivati comunque con renzie al Governo, ma ciò non era possibile con dentro il Movimento. Lo sblocca affari non sarebbe mai passato in Consiglio dei ministri, per esempio. Insomma caro Giuseppe, bisogna innalzarsi almeno un po’ rispetto al chiacchiericcio querulo ed informato…, direbbe Giovanni Lindo Ferretti.

Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.