Se si vince in Europa, si vince solo in Italia

0
107

di Vecchia talpa  10 maggio 2019

Salvini, nonostante sia stato eletto nel Parlamento europeo, ancora non sa come funziona. Forse perché non ci è mai stato?
Il Parlamento Europeo non centra nulla con quello che decidono i commissari europei, che è la forza esecutiva dell’Europa. I commissari sono nominati dai governi nazionali e lo sono secondo il metodo della rotazione. Una volta tocca a te, la volta successiva tocca a me. I commissari detengono il monopolio del potere di iniziativa legislativa, propongono l’adozione degli atti normativi dell’UE, sono responsabili inoltre dell’attuazione delle decisioni politiche gestiscono i programmi UE e la spesa dei suoi fondi. Al Parlamento rimane solo approvare o meno gli atti legislativi proposti dalla Commissione Europea.
Altro organo è il Consiglio dell’Unione Europeo che dà l’indirizzo politico all’Unione Europeo ed è composto dai capi di stato e del governo degli stati membri.
Dunque ancora una volta non centra nulla con il Parlamento Europeo. Anche se Salvini portasse in parlamento una valanga di eletti, questi non conterebbero un fico secco. Altro che “cambieremo l’Europa”, come va cianciando!! Le elezioni Europee sono importanti per i partiti di ogni singolo stato per le ripercussioni, di immagine e di propaganda che si hanno come ricadute.

Se Salvini vincesse alla stragrande, dovrebbe per forza di cosa rivendicare il suo risultato, come volere del popolo, farebbe saltare gli attuali numeri Parlamentari, perché obsoleti di fronte ai risultati più recenti, e nessuno avrebbe da ridire se battesse con forza i pugni sul tavolo!!!!