Simbolismo e cretinismo sociale

0
74
Autore originale del testo: Vecchia Talpa
Url fonte: https://vecchia-talpa.blogspot.com/2019/07/simbolismo-e-cretinismo-sociale.html

Il sindaco di Lampedusa intervistato annuncia che solo nel mese scorso oltre 500 profughi sono sbarcati sull’isola senza che nessuno dei mass media ne abbia dato annuncio. E indica che la sua emergenza non sono i profughi, ma le barche e barchini che questi profughi arrivati al porto abbandonano. Spesso affondate, spesso lasciate cosi abbandonate. Tanto che ormai l’attracco è diventato come trovare un parcheggio a Roma sul lungo Tevere nell’ora di punta!
Per il popolo che avesse senso critico, facoltà di ragionamento e logica conseguenziale dovrebbe capire che dunque i due pesi e le due misure hanno un senso. Per 42 migranti che sono su una ONG tanto scalpore, tutti i mass media mobilitati, politici che si imbarcano in delegazioni, polizia, guardia di finanza, capitaneria di porto (che solo a pagare a straordinario tutti questi “servitori dello Stato” ci costa un occhio della testa) e invece per i 500 che tranquillamente sbarcano che se fossero barche da diporto il nulla. La guerra non sono i migranti, ma le ONG, bersaglio, i taxi del mare, il casus belli della campagna mediatica e pubblicitaria. I muscoli mostrati dell’uomo forte per le ONG e il nulla per gli sbarchi fantasma.

Dei migranti, dunque, non frega niente a nessuno, e questi sono lungi da rappresentare una emergenza, come i numeri dimostrano. Essi sono solo lo strumento dietro il quale si nasconde un ben miglior boccone succulento di propaganda politica. Il simbolo ONG, come il simbolo Riace, il volontariato umanitario l’anti egocentrismo, la socializzazione e il cooperativismo sociale è il vero bersaglio mediatico, simbolico, ideologico e pubblicitario.