Buona scuola? Buona questa…

0
237

di Luca Billi  30 aprile 2016

Pregiatissimo ministro Giannini (o ministra),

esimio sottosegretario, dott (in recente data) Faraone,

chiedo venia e pongo voi il quesito sotto specificato. Collega trentaquattrenne. Laurea con ottimi voti. Tre abilitazioni conseguite con Pas e Tfa (medie, superiori e sostegno). Le abilitazioni Tfa ottenute, previo pagamento allo stato italiano di tasse per 3.000 euro cadauno, dopo corso a numero chiuso (pertanto su cattedre certe ed esistenti), un anno di corso e relativo esame finale. La collega insegna in modo continuativo da 10 (dieci) anni. La collega, non solo non ha avuto la cattedra che per i motivi suddetti gli spettava di diritto, ma si è vista anche precedere da gente che non aveva mai messo piede dentro un’aula scolastica in virtù dell’epocale riforma da VOI varata.

La collega suddetta è costretta a sostenere un nuovo concorso che dovrebbe dare l’ennesima conferma delle sue capacità e le vengono date indicazioni sulle prove (con vostri roboanti comunicati) che il concorso mira ad accertare le competenze metodologiche, didattiche e di conoscenza dell’inglese. Al concorso le viene somministrata una prova che nulla a che fare con tutto questo e vertente esclusivamente sulla disciplina e non sulle avvertenze. Non vede la griglia con la quale verrà valutata e ignora i criteri. Sa solo che deve prendere almeno 7 punti a quesito e se prende un otto e un sei non vale la media. La collega oggi mi comunica che abbandonerà il lavoro che ama. Non ha più fiducia nello stato che ha sempre lodevolmente servito. Si sente di vivere in un regime ingiusto e arrogante.

Ora io, Annamaria Renzi, insegnante a tempo indeterminato del Miur per la classe di concorso A034 (elettronica), in possesso di abilitazioni A047, A049 (matematica e fisica nelle scuole superiori di ogni ordine) ESIGO che voi mostriate a tutti noi, non solo a me e la collega, DI QUALI TITOLI siete in possesso e che vi abilitano, dopo REGOLARE selezione, all’esercizio delle vostre funzioni. ESIGO di essere messa a conoscenza del vostro curriculum professionale. Dove e per chi AVETE LAVORATO e quale selezione avete superato. ESIGO che mi sia mostrata una certificazione della vostra conoscenza della lingua inglese. Perché, vedete pregiatissimi ministro e sottosegretario, noi, per svolgere il nostro lavoro, oltre al titolo di laurea, dobbiamo superare delle prove anche difficili. VOI QUALI AVETE SUPERATO? ESIGO come cittadina di questo paese che tutto ciò sia reso pubblico.

Mi pregio di avvisarvi che eventuali mail inviate nella mia casella di posta istituzionale, da voi indirizzatemi, vanno in SPAM, in quanto moleste. In attesa di vostra risposta, vi assegno un compito volto all’accertamento delle competenze inerenti l’analisi e la comprensione del testo: imparare e discutere i primi 40 articoli della costituzione.

NON DISTINTI SALUTI.

Prof.essa Annamaria Renzi

Articolo precedenteAvanti…..
Articolo successivoLe disuguaglianze in Germania
Luca Billi, nato nel 1970 e felicemente sposato con Zaira. Dipendente pubblico orgoglioso di esserlo. Di sinistra da sempre (e per sempre), una vita fa è stato anche funzionario di partito. Comunista, perché questa parola ha ancora un senso. Emiliano (tra Granarolo e Salsomaggiore) e quindi "strano, chiuso, anarchico, verdiano", brutta razza insomma. Con una passione per la filosofia e la cultura della Grecia classica. Inguaribilmente pessimista. Da qualche tempo tiene il blog "i pensieri di Protagora" e si è imbarcato nell'avventura di scrivere un dizionario...