Cuperlo e Civati i due fraticelli della sinistra di questi tempi

0
216

di Maria Grazia Bonicelli – 12 maggio 2019

Dunque non so perché ma Civati lo associo a Cuperlo: i due personaggi da tempo circolanti a sinistra, uno da tempi remoti l’altro da tempi più recenti hanno in comune sicuramente una base di sinistra (il secondo di più), una buona cultura (anche qui il secondo batte il primo) poi sono entrambi dei piacioni politici nel senso che hanno un modo garbato di porsi e un loro gruppo di fans affezionati a prescindere. Purtroppo hanno anche in comune un certo distacco dalla politica e la capacità di assumere, di volta in volta, scelte o non scelte (soprattutto le seconde) di cui si capisce poco il senso politico e si finisce per interrogarsi sul senso della loro esistenza (politica si intende)poi sono sempre un po’ vittime, ma anche lì in maniera diversa, il primo stupito, sempre un po’ lamentoso, il secondo con uno spirito quasi rassegnato e masochisticamente perseverante. Alla fine, sfuggono a una classificazione decisa e a una valutazione serena sul loro operato. Certo non sono degli opportunisti arrivisti, non sono cinici politici privi di scrupoli, del potere non sanno quasi che farsene, tuttavia è forse la dimostrazione che in politica la purezza quando rasenta l’ingenuità e la dabbenaggene non serve a un gran ché, anzi…..