L’umanità che vola

0
38

(a Nadia Murad*)

Isis. E la fine.
Il mio mondo, la vita
mia stravolti.

Uccisi sei fratelli,
sangue mio,
con tutti gli altri presi
nel villaggio –
Io, da soldati violentata –
yazida, prigioniera e schiava –
Insieme a tanti altri.

Né bimbi né donne
son stati risparmiati dalla furia
Ma io per aiuto – Io, son fuggita.

Dal nido d’Europa ho preso
pace
e ne ho fatto mia battaglia:
L’umanità che non discrimina
né perisce,
l’umanità che vola.

Milano, 9 ottobre 2018

*Premio Nobel per la Pace 2018