Il circo mediatico che spera nella crisi di governo e di fatto si rende “utile” solo a Salvini

0
386

Trapani e seghini

Di nuovo il seghino su la 7 con Calenda tra ali di pubblico osannanti. Il circo mediatico dell’Huffington imperversa tale e quale. In un coro di testate televisive e cartacee assordante dove gli Scanzi e i Padellaro volteggiano come mosche bianche nel piccolo ridotto del parterre de roi. A distanza di un mese il mantra è sempre lo stesso, con la speranza sottaciuta che Renzi o qualche altro incidente di percorso scateni la bagarre. Certo augurandosi, neanche troppo velatamente, che alle regionali la complicata alleanza giallo-rossa faccia patatrac. Ogni increspatura è amplificata come l’annuncio di uno tsunami.

Andare a elezioni al più presto, col Pd che (ridotto come lo descrivono) dovrebbe lottare su due fronti: contro i 5S, provocandone la rovina, e contro Salvini. Siccome si andrebbe al voto con l’attuale legge elettorale è evidente che la Lega, alleata ai fratelli e ai forzisti farebbe l’en plein. Insomma servire alla destra una vittoiria schiacciante per poi combatterla al meglio. Immaginiamo sotto la guida illuminata dei Calenda e dei seghini. Tanto peggio tanto meglio come neanche i sostenitori della rivoluzione armata del tempo che fu. E poi s’inalberano se li si taccia d’essere gli utili idioti di Salvini…..