Virginia Raggi vince e adesso tutti contro

0
151
Autore originale del testo: Diego Sabatinelli
Fonte: Senza Bardode
Url fonte: http://www.senzabarcode.it/41704/virginia-raggi-adesso-tutti

di Diego Sabatinelli – giugno 2016

Virginia Raggi arriva al ballottaggio e ha tutti contro, poteri forti, meno forti e anche gli altri candidati trombati, il Patto del Nazareno imperversa.

Dopo quanto successo a Roma negli ultimi due anni, da Mafia Capitale alla defenestrazione dal notaio del sindaco Ignazio Marino per volontà del capo del governo Matteo Renzi e in considerazione del buco di bilancio mostruoso ereditato da tutte le passate amministrazione, un cambio della guardia sarebbe naturale fossimo stati in una normale Capitale di un normale Paese. Purtroppo di normale in questa città non c’è nulla, o meglio è normale che un buon numero di cittadini diano fiducia ad una forza politica nuova che non ha mai governato la città, non è normale il balletto di potere che si sta scatenando intorno a questa ovvia e alquanto scontata ipotesi. Sarà bene osservare la campagna elettorale contro Virginia Raggi nelle prossime due settimane, perché attraverso questa campagna elettorale assisteremo alle peggiori nefandezze possibili somma di tutti i mali di questo disgraziatissimo Paese: dal potere editoriale a quello economico passando per quello partitocratico.

ACEA, poteri forti e ququaraquà

Cominciamo dal potere forte per antonomasia, quello da cui tutti i candidati sindaci da sempre dicono di essere liberi,Caltagirone. Virginia Raggi candidata del MoVimento 5 stelle parla del futuro di ACEA come azionista di maggioranza se amministrerà Roma, sarebbe ovvio se non banale in un Paese normale, ma qui si scatena subito l’inferno…

Continuate a leggere sul sito originale qui: http://www.senzabarcode.it/41704/virginia-raggi-adesso-tutti