Se ti pare che io…

0
248

Se ti pare che io sia notturna e imperfetta

Guardami di nuovo. Perché stanotte
Mi sono guardata come se a guardarmi fossi tu.
E era come se l’acqua
Desiderasse
Sfuggire alla sua casa che è il fiume
E galleggiando appena, nemmeno lambire la riva.
Ti ho guardato. E da tempo
Capisco di essere terra. Da tanto tempo
Aspetto
Che il tuo corpo d’acqua più fraterno
Si distenda sul mio. Pastore e navigante
Guardami di nuovo. Con meno arroganza.
E con più attenzione.

Hilda Hilst