Un convegno sulla NATO a Firenze

0
202

di Franco Cardini 8 aprile 2019

Oggi domenica 7 aprile, nella splendida sala del cinema Odeon di Firenze – una delle più belle sale cinematografiche d’Europa – si è tenuto un Convegno internazionale sul LXX anniversario della N.A.T.O. L’evento è stato organizzato (e totalmente autofinanziato) dai Membri del Comitato No Guerra No N.A.T.O. (C.N.G.N.N.) e sostenuto dal gruppo televisivo “Radio Pandora”, valorosamente diretto dall’amico Giulietto Chiesa. In tale occasione, a margine di un intenso e partecipato dibattito, sono stati presentati due compendiosi ma preziosi libretti: I 70 anni della N.A.T.O.: di guerra in guerra, a cura del C.N.G.N.N. , e La globalizzazione della guerra: smantellare la N.A.T.O., chiudere le 800 basi militari U.S.A all’estero di Michel Chossudovsky, illustre studioso, professore emerito di economia nell’università di Ottawa.

Ai lavori del Convegno fiorentino hanno partecipato, tra gli altri, padre Alex Zanotelli, il giornalista e corrispondente di guerra Alberto Negri, Manlio Dinucci e il generale Mini. Al termine di essi è stato presentato un documento sulla base di una proposta di Michel Chossudovsky: esso indica le linee generali degli impegni futuri, a cominciare dalle elezioni del prossimo 26 maggio in ordine alle quali è stato proposto di chiedere formalmente ed esplicitamente a ciascun candidato la disponibilità ad appoggiare il programma del C.N.G.N.N. Solo chi altrettanto esplicitamente risponderà in modo affermativo riceverà i voti degli aderenti e dei simpatizzanti del sodalizio.

Lo scopo del convegno è stato semplice: in modo molto realistico, ha chiesto l’impossibile. Smantellare la N.A.T.O. O comunque uscirne. Il perché, in caso lo si ignorasse o si conservassero dubbi al riguardo, è ben esposto nei due libretti che ho citato (e in molti altri libri ben più corposi, ai quali attraverso le indicazioni in essi contenuti potrete pervenire), e che potrete procurarvi rivolgendovi all’indirizzo più sotto citato.

Ovviamente, i media hanno sottolineato l’importanza dell’evento nel modo migliore e più efficace ad essi noto: non parlandone o quasi.

Il C.N.G.N.N. e “Radio Pandora” si reggono sui contributi volontari di quanti hanno interesse al loro lavoro. Per qualunque tipo di contatto ci si può rivolgere a Giuseppe Padovano, coordinatore nazionale del C.N.G.N.N., e-mail

giuseppepadovano.gp@gmail.com, cellulare 393 -9983462.