Più di una volta d’estate

0
255

 

Più di una volta, d’estate, quando il giorno finisce,
alla fievole luce del tramonto,
venivo da te per lunghi periodi
e ascoltavo la voce del tuo canto:
“Piccola e povero è la mia casa
e in essa vivo solitario… “


Quel ricordo splende e vive in me,
quel silenzio, la tenerezza
e la triste dolcezza che il tuo canto
sapeva versare sull’anima.
“Piccola e povera è la mia casa
e in essa vivo solitario… “


E a volte mi sembra, quando il giorno finisce,
quando la malinconia delle ombre mi sovrasta,
che ancora come un tempo mi giunga all’orecchio
quell’ingenua melodia:
“Piccola e povera è la mia casa
e in essa vivo solitario…”


(da Poesie, 1935)

RACHEL BLUWSTEIN