Farlo perché si usa farlo

0
144
Autore originale del testo: Vecchia Talpa
Url fonte: https://vecchia-talpa.blogspot.com/2019/08/farlo-perche-si-usa-farlo.html

Oggi è Ferragosto. Il giorno Feriae Augusti (riposo di Augusto) i romani festeggiavano il riposo dopo i lavori dei campi, che poteva a vere una sua logica. In Epoca medioevale in occasione del Ferragosto i lavoratori porgevano auguri ai padroni, ottenendo in cambio una mancia: l’usanza si radicò fortemente, tanto che in età rinascimentale fu resa obbligatoria nello Stato Pontificio.
La festa originariamente cadeva il 1º agosto. Lo spostamento si deve alla Chiesa cattolica, che volle far coincidere la ricorrenza laica con la festa religiosa dell’Assunzione di Maria.
In epoca moderna l’usanza del riposo si è andata persa e più che riposarsi ormai il Ferragosto è diventato una fatica immane, in cui si deve per forza mangiare. A Roma il piatto tradizionale del pranzo di Ferragosto è costituito dal pollo in umido con peperoni, preceduto dalle fettuccine ai fegatelli e seguito da cocomero ben freddo.
A Foggia, in Puglia, il piatto tipico di Ferragosto è costituito dal galluccio, un gallo di circa 3 kg ripieno, cotto al forno con patate. E poi uscire fuori porta, andare in spiaggia e poi farsi i gavettoni.

Io che sono già restio a fare quello che mi dicono di fare e di farlo perchè “lo fanno tutti”, perché “è usanza”, di mettere in pratica questa usanza proprio non ci penso proprio.
E dunque per me è un giorno come tutti gli altri!